Ambrosiana

Chiesa di San Sepolcro

La chiesa di San Sepolcro fu fondata nel 1030, quando un monetiere di Milano di nome Rozzone fece erigere sull’antico foro romano una chiesa che l’arcivescovo Ariberto d’Intimiano consacrò solennemente alla Santissima Trinità.

La chiesa superiore di San Sepolcro
La sua storia millenaria si sovrappone con quella delle crociate. Il 15 luglio 1100, dopo la riconquista di Gerusalemme, l’allora arcivescovo di Milano, Anselmo IV da Bovisio, a memoria di questo straordinario evento, cambiò la dedicazione in chiesa del Santo Sepolcro. A motivare questa titolazione è la presenza nella sua parte sotterranea, fin dalla fondazione, della copia del sepolcro di Cristo. Realizzata da un maestro campionese del primo Trecento, secondo la tradizione al suo interno venne posta la terra prelevata dai Crociati a Gerusalemme e altre reliquie provenienti dai luoghi santi.
Nella seconda metà del Cinquecento, la chiesa venne eletta da San Carlo Borromeo come luogo privilegiato di preghiera. Egli avviò un complesso rinnovamento dell’edificio di culto, che prevedeva la realizzazione di un sacro monte urbano, costituito da ventiquattro cappelle dedicate alle scene della Passione. Il progetto, per varie vicende, non fu mai portato a termine, anche se alcuni gruppi vennero effettivamente realizzati e sono ancora visibili nella chiesa superiore: la Lavanda dei piedi, Gesù davanti a Caifa, la Flagellazione e il Rinnegamento di Pietro. Nei secoli successivi la chiesa subì diversi interventi di rimaneggiamento e restauro, che ne modificarono l’aspetto in maniera sensibile.
Anche la facciata fu ricostruita a fine Ottocento secondo uno stile romanico ritenuto più conforme all’antico edificio medievale.
Nel 1928, con la soppressione della Parrocchia di San Sepolcro, in complesso venne annesso al patrimonio della Biblioteca Ambrosiana, che ancor oggi la amministra.
Tra il 2008 e il 2011 il complesso della chiesa superiore è stato oggetto di un importante intervento di restauro promosso dalla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici della Lombardia e condotto da Pinin Brambilla Barcilon, che ha permesso di fare luce sulle complesse vicende storico-artistiche di cui questo luogo, definito da Leonardo da Vinci “vero centro di Milano”, è stato protagonista nei secoli.

La cripta di San Sepolcro

Luogo di profonda sacralità, la cripta venne scelta da san Carlo Borromeo come personale luogo di preghiera, dove si recava ogni mercoledì e venerdì pomeriggio. Non era infrequente vederlo passare intere notti in quella che lui stesso definì “la palestra dello Spirito Santo”, in adorazione del simulacro del sepolcro di Cristo. Per questo motivo, dopo la sua canonizzazione, venne posta una statua in terracotta policroma raffigurante il santo inginocchiato davanti al sarcofago. La cripta consente inoltre ai visitatori di entrare in contatto con una delle testimonianze più antiche della storia della città. La pavimentazione, costituita da grandi lastre di pietra bianca ‘di Verona’, proviene infatti dal lastricato dell’antico foro romano del IV secolo, la piazza principale della civitas romana, dove si svolgevano le maggiori attività civili e religiose.

Riaperta al pubblico dopo cinquant’anni nel 2016, successivamente la cripta è stata oggetto di un complesso intervento di restauro finanziato dal MIBAC e terminato nella tarda primavera del 2019, volto principalmente al recupero delle superfici decorate.

INFO UTILI

CHIESA DI SAN SEPOLCRO
Piazza San Sepolcro
Milano

CHIESA SUPERIORE
La chiesa superiore di San Sepolcro
è aperta al culto e ai visitatori
nei seguenti orari:
lun – ven, 10,00 – 17,00

(chiusura estiva dal 4 luglio al 4 settembre)

Celebrazione della Santa Messa:
lun-ven, 12,45

CRIPTA
Attualmente la Cripta è aperta al pubblico solo in determinate occasioni e con le seguenti modalità:

ESPERIENZE E VISITE GUIDATE ORGANIZZATE PER VISITATORI SINGOLI
Clicca qui per visionare le proposte e il calendario

GRUPPI
Aperta solo su prenotazione negli orari di apertura della Pinacoteca (martedì-domenica 10.00-18.00) per gruppi di almeno 10 persone. E’ possibile prenotare anche per gruppi meno numerosi, ma acquistando un minimo garantito di 10 biglietti

PREZZI
GRUPPI SOLO CRIPTA
Adulti € 6,00 + 1,50 prevendita
Scuole € 2,50 + 1,00 prevendita

GRUPPI CRIPTA + AMBROSIANA
Adulti € 15 + 1,50 prevendita
Scuole € 6,50 + 1,00 prevendita

Gruppi di scuola materna (bimbi fino a 5 anni): gratuito

PER PRENOTARE:
tel: +39 0292897721
email: ambrosiana@vivaticket.com
lun-ven 10:00-18:00, esclusi festivi

Ingresso gratuito (L’appartenenza alle rispettive categorie deve essere comprovata da un documento/tesserino idoneo in corso di validità.)
• Ragazzi al di sotto dei 14 anni accompagnati da un adulto pagante (massimo 5 bambini per adulto).
• Visitatori con disabilità e accompagnatore
• Guide abilitate
• Insegnanti che accompagnano scolaresche (uno ogni dieci alunni).
• Giornalisti accreditati a priori, specificando il motivo della visita (mail: contatti@ambrosiana.it).
• Soci ICOM
• Possessori ABBONAMENTO MUSEI LOMBARDIA
• Sono inoltre previsti permessi speciali, per motivi professionali, previa autorizzazione della direzione per: sovrintendenti, pubblici ufficiali e per studiosi-ricercatori.

Chiesa di San Sepolcro

INFO UTILI

CHIESA DI SAN SEPOLCRO
Piazza San Sepolcro
Milano

CHIESA SUPERIORE
La chiesa superiore di San Sepolcro
è aperta al culto e ai visitatori
nei seguenti orari:
lun – ven, 10,00 – 17,00

(chiusura estiva dal 4 luglio al 4 settembre)

Celebrazione della Santa Messa:
lun-ven, 12,45

CRIPTA
Attualmente la Cripta è aperta al pubblico solo in determinate occasioni e con le seguenti modalità:

ESPERIENZE E VISITE GUIDATE ORGANIZZATE PER VISITATORI SINGOLI
Clicca qui per visionare le proposte e il calendario

GRUPPI
Aperta solo su prenotazione negli orari di apertura della Pinacoteca (martedì-domenica 10.00-18.00) per gruppi di almeno 10 persone. E’ possibile prenotare anche per gruppi meno numerosi, ma acquistando un minimo garantito di 10 biglietti

PREZZI
GRUPPI SOLO CRIPTA
Adulti € 6,00 + 1,50 prevendita
Scuole € 2,50 + 1,00 prevendita

GRUPPI CRIPTA + AMBROSIANA
Adulti € 15 + 1,50 prevendita
Scuole € 6,50 + 1,00 prevendita

Gruppi di scuola materna (bimbi fino a 5 anni): gratuito

PER PRENOTARE:
tel: +39 0292897721
email: ambrosiana@vivaticket.com
lun-ven 10:00-18:00, esclusi festivi

Ingresso gratuito (L’appartenenza alle rispettive categorie deve essere comprovata da un documento/tesserino idoneo in corso di validità.)
• Ragazzi al di sotto dei 14 anni accompagnati da un adulto pagante (massimo 5 bambini per adulto).
• Visitatori con disabilità e accompagnatore
• Guide abilitate
• Insegnanti che accompagnano scolaresche (uno ogni dieci alunni).
• Giornalisti accreditati a priori, specificando il motivo della visita (mail: contatti@ambrosiana.it).
• Soci ICOM
• Possessori ABBONAMENTO MUSEI LOMBARDIA
• Sono inoltre previsti permessi speciali, per motivi professionali, previa autorizzazione della direzione per: sovrintendenti, pubblici ufficiali e per studiosi-ricercatori.

ACCADE IN AMBROSIANA

FESTA DEI NONNI

Pinacoteca

FESTA DEI NONNI

Domenica 2 ottobre 2022 ingresso gratuito per tutti i nonni accompagnati dai loro nipoti.

27/09/2022
NEWS
CACCIA AL DETTAGLIO: VISITE GUIDATE PER FAMIGLIE

Pinacoteca

LE MERAVIGLIE DELL'AMBROSIANA - VISITE GUIDATE PER ADULTI

Pinacoteca

LE MERAVIGLIE DELL'AMBROSIANA - VISITE GUIDATE PER ADULTI

Visite guidate ai capolavori della Pinacoteca, a cura di AdArtem. Programma ottobre 2022 - gennaio 2023

02/10/2022-08/01/2023
LA MADRE DI DIO NELLE CULTURE SLAVE

Accademia

LA MADRE DI DIO NELLE CULTURE SLAVE

XI Dies Academicus della Classe di Slavistica dell'Accademia Ambrosiana: un convegno internazionale che costituisce una desiderata occasione per favorire l'incontro e il lavoro comune di specialisti internazionali nelle materie afferenti alla Slavistica

06/10/2022-08/10/2022
CONVEGNO
MUMU - Musica al Museo 2022

Pinacoteca

MUMU - Musica al Museo 2022

La Pinacoteca Ambrosiana ospita la terza edizione di MUMU – Musica al Museo, un progetto in cui il grande repertorio musicale classico incontra i capolavori dell’arte di ogni tempo.

28/09/2022-05/10/2022
APERTURA SPECIALE
MANOSCRITTI MINIATI IN ITALIA DALLA BIBLIOTECA AMBROSIANA. Il Trecento

Pinacoteca

MANOSCRITTI MINIATI IN ITALIA DALLA BIBLIOTECA AMBROSIANA. Il Trecento

La mostra presenta un nucleo di manoscritti decorati nel Trecento in Italia provenienti dalle collezioni della Biblioteca Ambrosiana.

08/09/2022-15/11/2022
MOSTRA
GIOIELLI DI GIULIO MANFREDI CELEBRANO RAFFAELLO <br> SCUOLA DI LUCE

Pinacoteca

GIOIELLI DI GIULIO MANFREDI CELEBRANO RAFFAELLO
SCUOLA DI LUCE

Un’installazione artistica composta da ventun disegni per ventun gioielli raffinati, corrispondenti a ventuno personaggi del Cartone di Raffaello. A cura di Alberto Rocca e Arnaldo Colasanti,

15/09/2022-10/01/2023
MOSTRA

COLLEZIONE ONLINE

(158 Opere online)

Cofanetto a figure profane, Scultore lombardo
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 72 recto, NA
Autoritratto, Bertel Thorvaldsen (1770-1844)
Annunciazione, Gerolamo Mazzola Bedoli (1500-1569)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 3 recto, NA
Cofanetto con storie di Piramo e Tisbe, Bottega degli Embriachi (XIV-XV secolo)
Madonna e Bambino con san Pietro e san Girolamo, Cesare Magni (1511-1534)
Borsa liturgica, Artista dell’Italia centrale
Codice Atlantico (Codex Atlanticus) f. 710 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Rilievi del monumento sepolcrale di Gaston de Foix, Agostino Busti detto il Bambaia (1483-1548)
Ritratto di dama, Giovanni Ambrogio De Predis (1455-1508)
Martirio di san Sebastiano, Antonio Badile (1518-1560)
Sella da parata e staffe. Particolare del Cavallo di Troia, Arte armaiola milanese
Sfera armillare, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 858 recto, NA
Mercurio e Argo, Anonimo genovese (XVII secolo)
Scuola di Atene, Raffaello Sanzio (1483-1520)
Ritratto di Napoleone re d’Italia, Andrea Appiani (1754-1817)
Riposo durante la fuga in Egitto, Jacopo da Ponte detto il Bassano (1510-1592)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 1 recto, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 663 recto, NA
Ritratto di Giovanni Battista Morosini, Francesco Hayez (1791-1882)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 844 recto, NA
Vetrata dantesca, Giuseppe Bertini (1825-1898)
Anima purgante, Anonimo lombardo (XVII secolo)
L’Arco della Pace a Milano, Giovanni Migliara (1785-1837)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 873 recto, NA
Madonna in trono con sant’Ambrogio e san Michele, Bartolomeo Suardi detto il Bramantino (1465-1530)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 1006 verso, NA
Le nozze di Peleo e Teti, Ambito di Francesco Albani (1578-1660)
Vergine delle rocce, Andrea Bianchi detto il Vespino (attivo 1612-1640)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 1058 verso, NA
Teca con i capelli di Lucrezia Borgia, Alfredo Ravasco
Orologio con astrolabio, Sconosciuto
Natura morta con frutti, Isaac Soreau (1604-1638)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 116 recto, NA
Santa Famiglia con san Giovanni, Tobia e l’arcangelo Raffaele, Bonifacio Veronese (1487-1553)
Gesù Bambino con agnello, Bernardino Luini (1480-1532)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 104 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Giaele e Sisara, Giuseppe Vermiglio (1585-1635)
La Maddalena, Tiziano Vecellio (1480-1576)
Guanti di Napoleone Bonaparte, NA
Ritratto di giovane, Giorgione (Giorgio da Castelfranco copia da) (1478 circa-1510)
Presentazione di Gesù al Tempio, Pietro Antonio Magatti (1691-1767)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 12 recto, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 4 recto, NA
Adamo ed Eva nel paradiso terrestre, Jan II Brueghel il Giovane (1601-1678)
Susanna al bagno, Carlo Francesco Nuvolone (1609-1661)
Adorazione, Bartolomeo Suardi detto il Bramantino (1465-1530)
Le notti attiche, Aulo Gellio
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 272 verso, NA
Caprette e agnelli, Francesco Londonio (1723-1783)
Lavandaie sul canale, Emilio Gola (1851-1923)
Autoritratto, Antonio Canova (1757-1822)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 139 recto, NA
Transito della Vergine, Anonimo ferrarese (XV secolo)
Veduta marina, Paul Bril (1554-1626)
Chiusi fuori di scuola, Emilio Longoni (1859-1932)
Ritratto di Bernardino da Lesmo, Bartolomeo Veneto (1502-1530)
Trionfo di Davide, Lucas Hugenszoon detto Luca di Leida (1494-1533)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 49 recto, NA
Diana cacciatrice, Joachim Friess (XVI-XVII secolo)
Adorazione dei Magi, Maestro del Santo Sangue (XVI secolo)
Fiori in un vaso, Jan Brueghel il Vecchio "Dei Velluti" (1568-1625)
Dannato, NA
Ritratto maschile, Hans Muelich (1516-1573)
Adorazione con san Rocco, Gian Pietro Rizzoli detto Giampietrino (1508-1549)
Ritratto di Gentiluomo (Michel de l’Hospital), Giovan Battista Moroni (1520-1578)
Anima beata, Anonimo lombardo (XVII secolo)
Testa di Cristo Redentore, Gian Giacomo Caprotti detto Salai (1480-1524)
Uomo in armatura, NA
San Michele Arcangelo, Giulio Cesare Procaccini (1574-1625)
Sacra Famiglia con sant’Anna e san Giovanni, Bernardino Luini (1480-1532)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 29 recto, NA
Cristo risorto, Marco Basaiti (1470-1530)
Ritratto di Paolo Morigia, Fede Galizia (1578-1630)
Canestra di frutta, Michelangelo Merisi da Caravaggio (1571-1610)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 909 verso, NA
Pugnale con custodia (Sfondagiaco a orecchie), Armorari milanesi
Ritratto di Manfredo Settala, Daniele Crespi (1600-1630) attribuito a
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 26 verso, NA
Ritratto di Pietro Leopoldo d’Asburgo Lorena (poi Leopoldo II), Anton Raphael Mengs (1728-1779)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 145 recto, NA
Martirio di san Pietro da Verona, Alessandro Bonvicino detto Moretto (1490-1554)
Figura femminile allegorica, Giovanni Serodine (1600-1631)
Madonna che allatta il Bambino alla fontana, Bernaert van Orley (1488-1541)
Scorcio dell’interno del Duomo, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 33 recto, NA
Presepe, Federico Barocci o Baroccio detto il Fiori (1535-1612) (replica di)
Ritratto di Musico, NA
Natura morta con strumenti musicali, Evaristo Baschenis (1617-1677)
Paesaggio invernale con pattinatori, Hendrick Avercamp (1585-1634)
Maria Maddalena penitente, Guido Reni (1575-1642)
Libro d’Ore Borromeo, Cristoforo de Predis (1440-1486)
Paesaggio con san Giovannino, Paul Bril (1554-1626)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 117 recto, NA
Giuditta e Oloferne, Giuseppe Vermiglio (1585-1635)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 812 recto, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 307 verso, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 860 recto, NA
Allegoria del fuoco, NA
Conchiglia di Nautilus, Sconosciuto
Fiori e rose, Gaetano Previati (1852-1920)
Natura morta con frutti, Isaac Soreau (1604-1638)
La divina proporzione (De divina proportione), Luca Pacioli (1445 circa – 1517)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 21 recto, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 845 recto, NA
Abside di San Satiro e veduta del Duomo, Giovanni Migliara (1785-1837)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus) f. 851 recto, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 1069 recto, NA
Ritratto di san Carlo Borromeo, Giovanni Ambrogio Figino (1548-1608)
Portico in rovina, NA
Laocoonte (copia dell’esemplare vaticano), Leone Leoni
Maternità, Mosè Bianchi (1840-1904)
Allegoria dell’acqua, NA
Salita di Cristo al Calvario, Giovanni Busi detto Cariani (1480-1547)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 455 recto, NA
Il peccato originale, Jan II Brueghel il Giovane (1601-1678)
Adorazione dei Magi, Tiziano Vecellio (1480-1576)
Ultima cena, Andrea Bianchi detto il Vespino (attivo 1612-1640)
Adorazione dei Magi, Pier Francesco Mazzucchelli detto il Morazzone (1571-1626)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus) f. 199 verso, NA
Naturalis Historia, Plinio il Vecchio (23-79 dC)
Testa di cavallo (copia dal monumento equestre di Marco Aurelio sul Campidoglio), NA
Sacra Famiglia, Carlo Francesco Nuvolone (1609-1661)
Madonna del padiglione, Sandro Botticelli (Alessandro di Mariano Filipepi detto) (1444 o 1445-1510)
Il bacio, NA
Coppa con conchiglia di Turbo marmoratus, Christoph Lencker (1556 circa-1613)
Platone, Giovanni Antonio Piatti (1447-1480)
Deposizione di Cristo nel sepolcro, NA
Presentazione di Gesù al Tempio, Giandomenico Tiepolo (1727-1804)
San Giovanni Battista, Gian Giacomo Caprotti detto Salai (1480-1524)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 719 recto, NA
Adorazione dei Magi, Andrea Schiavone (1510-1563)
Ritratto di Emilia Morosini Zeltner, Francesco Hayez (1791-1882)
Astrolabio latino, Anonimo
Sacra Famiglia con san Giovanni, Ubertini Francesco detto Bachiacca (1494-1557)
Sacra Conversazione, Ambrogio da Fossano detto il Bergognone (1453-1523)
Madonna con il Bambino e devoto, Bernardino Betti detto il Pinturicchio (1454-1513)
Topolino con rose, NA
Ritratto di giovinetta con colomba, Natale Schiavoni (1777-1858)
Assunzione della Vergine, Giovanni Agostino da Lodi (1467-1524 circa)
Madonna e Bambino con san Giovanni Evangelista e san Giovanni Battista, Marco d'Oggiono (1470-1525)
Il Virgilio Ambrosiano di Francesco Petrarca, NA
Mosè e il serpente di bronzo, Cesare Ligari (1716-1770)
Planetolabio, NA
Incoronazione di spine, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 149 recto, NA
Pietà (copia da Michelangelo), Leone Leoni
Ritratto di pellegrino, Monogrammista HL (XVI secolo)
Ritratto di Alessandro Negroni Prati Morosini, NA
Ritratto di Giuseppina Negroni Prati Morosini, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 5 recto, NA
Ritratto di giovane, Vittore Ghislandi detto Frà Galgario (1655-1743)
Vaso di fiori con gioiello, monete, conchiglie, Jan Brueghel il Vecchio "Dei Velluti" (1568-1625)
La Maddalena e l’angelo, Giulio Cesare Procaccini (1574-1625)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 71 recto, NA
llias picta, NA