Ambrosiana

Corrado Veneziano, Costruzione di un’ala di velivolo, cm 150×200

Leonardo Atlantico
Corrado Veneziano

Arrivano a Milano le opere pittoriche di Corrado Veneziano patrocinate dalla Presidenza della Repubblica Francese, sostenute dal Museo del Louvre ed esposte ad Amboise per le celebrazioni del 500mo anniversario della morte di Leonardo da Vinci.

Dopo l’inaugurazione ad Amboise, sotto l’Alto patrocinio del Presidente della Repubblica francese, e con il partenariato del Museo del Louvre, e dopo la mostra nell’Osservatorio astronomico di Firenze e nel Museo nazionale Ridola di Matera, arrivano all’Ambrosiana le tele leonardesche. La sua Pinacoteca, si sottolinea, conserva non solo opere di Raffaello, Caravaggio, Tiziano e dello stesso Leonardo, ma anche i Fogli originali del “Codice Atlantico”, a cui lo stesso Veneziano si è ispirato.

Le trenta opere, tutte a olio, mettono insieme, sovrapposte, alcune frasi, spesso da destra a sinistra, come nella stimolante abitudine leonardesca, e una serie di immagini disegnate da Leonardo nel suo celeberrimo “Codice Atlantico”. Parole e disegni, frasi e schizzi sono evocati, ripresi, estrapolati dalle pagine di Leonardo. Tutti sono poi sospesi in un azzurro-blu-celeste che di volta in volta è universo impenetrabile e moderno, cielo poeticamente spirituale, firmamento notturno e fiabesco.

<p>Corrado Veneziano, <em>Grande ruota per il moto perpetuo</em></p>

Corrado Veneziano, Grande ruota per il moto perpetuo

LO STILE DELL'ARTISTA

Il blu è la cifra fondante delle opere: una molteplicità di macchie dorate, le stelle, ritma il cielo diventando fiocchi, fiori, puntini, comete. Mentre i disegni del Codice Atlantico restituiscono modernità e scientificità alle tele. Si tratta di ruote, archi, utensili da fabbro e da officina. Nonché di ponti, cannoni di artiglieria, dighe per incanalare corsi d’acqua. Si tratta, infine, di parole scritte come appunti e numeri di operazioni matematiche inconcluse, formule algebriche da sviscerare e rinsaldare.

E tutti questi segni (alfabetici, simbolici, numerali, alchemici), nel tappeto bluastro dello sfondo di Corrado Veneziano, si fanno oggetti metafisici, astratti e fantastici (biciclette? mongolfiere? ali meccaniche che sfidano il vento?), riconoscibili e allo stesso tempo fantastiche e fascinose. Tutte le immagini e le parole disegnate, comunque e in ogni caso, testimoniano il continuo lavorìo dell’uomo sulla terra; l’ostinazione e la forza nel cercare e perfezionare; la volontà di superare steccati tra tecnica, scienza e arte; il lucido desiderio – la “libertà” – nel sentirsi ideatori ed esecutori, ingranaggi, motori e arbitri di un ciclo inesauribile che nessuna stasi può rallentare e fermare.

<p>Corrado Veneziano, <em>Macchina battiloro</em></p>

Corrado Veneziano, Macchina battiloro

CORRADO VENEZIANO

Corrado Veneziano ha cominciato a dipingere, continuando una importante tradizione famigliare, sin da giovanissimo. Si è misurato inizialmente con l’attività teatrale, studiando al Piccolo Teatro di Milano e lavorando più volte come regista per la Biennale di Venezia. Anche con quella formativa, insegnando all’estero e, per molti anni, all’Accademia nazionale di Arte drammatica e attualmente nel Conservatorio Santa Cecilia di Roma, nonché con quella saggistica, pubblicando volumi su arte, espressività e comunicazione con importanti case editrici italiane e straniere. Ha poi approfondito in modo più ampio il suo percorso di studi, con una laurea in Lettere, e le specializzazioni in Filosofia, Storia, Lingua italiana, Lingua latina.

La sua prima mostra personale si è avuta nel 2013, presso la Ecos Gallery di via Giulia, a Roma, presentato da Achille Bonito Oliva e Marc Augé. Ha poi esposto, nel 2014, a Bruxelles, su invito dell’Ambasciata e dell’Istituto di cultura italiana, presentato da Derrick De Kerckhove; nel 2015 a Parigi, nell’Espace en Cours diretto da Julie Heintz; nel 2016 nella Galleria Comunale di San Pietroburgo Nevskij 8. Nel 2017, invece, è invitato ufficialmente dal Governo cinese nella Galleria nazionale di arte moderna e contemporanea di Lanzhou. Sempre nel 2017, Corrado Veneziano si cimenta per la prima volta con installazioni artistiche. E una di queste vince con Paola Ricci il primo premio del concorso internazionale “Marine Litter Art”, bandito dalla Unione Europea e dalla Regione Sicilia.

ACCADE IN AMBROSIANA

GENNAIO 2021: ORARI SALA LETTURA

Biblioteca

GENNAIO 2021: ORARI SALA LETTURA

Orari e modalità di accesso per il mese di gennaio

14/12/2020
NEWS
PINACOTECA AMBROSIANA CHIUSA AL PUBBLICO FINO AL 15 GENNAIO

Pinacoteca

PINACOTECA CHIUSA AL PUBBLICO FINO AL 15 GENNAIO 2021

In ottemperanza all'ultimo DPCM, la Pinacoteca sarà chiusa al pubblico fino al 15 gennaio 2021

04/12/2020
NEWS
MILANOGUIDA | CONNESSIONI CULTURALI: CONTRORIFORMA, ARTE E ARCHITETTURA

Ambrosiana

MILANOGUIDA | CONNESSIONI CULTURALI: CONTRORIFORMA, ARTE E ARCHITETTURA

un’occasione per comprendere la rilevanza del Concilio di Trento sia in ambito dottrinale e teorico, sia in particolare riguardo alle norme pratiche introdotte per i luoghi di culto e per la celebrazione dei riti religiosi.

12/12/2020-20/01/2021
WEBINAR
ADARTEM, UNA FINESTRA SULL'ARTE | Le meraviglie dell'Ambrosiana

Ambrosiana

ADARTEM, UNA FINESTRA SULL'ARTE | Le meraviglie dell'Ambrosiana

UNA FINESTRA SULL’ARTE: Un ciclo di incontri a cura del nostro partner per la didattica AdArtem, dedicati a diversi aspetti del patrimonio artistico presente in Ambrosiana e trasmessi attraverso piattaforma ZOOM.

22/11/2020-14/02/2021
WEBINAR
ADARTEM, UNA FINESTRA SULL'ARTE | Indovina chi è.

Ambrosiana

ADARTEM, UNA FINESTRA SULL'ARTE | Indovina chi è.

Un ciclo di incontri a cura del nostro partner per la didattica AdArtem, dedicati a diversi aspetti del patrimonio artistico presente in Ambrosiana e trasmessi attraverso piattaforma ZOOM.

21/11/2020-23/02/2021
WEBINAR
ADARTEM, UNA FINESTRA SULL'ARTE | Leonardo: a me gli occhi

Ambrosiana

ADARTEM, UNA FINESTRA SULL'ARTE | Leonardo: a me gli occhi

Un ciclo di incontri a cura del nostro partner per la didattica AdArtem, dedicati a diversi aspetti del patrimonio artistico presente in Ambrosiana e trasmessi attraverso piattaforma ZOOM.

21/11/2020-23/01/2021
WEBINAR

COLLEZIONE ONLINE

(158 Opere online)

Il bacio, Francesco Hayez (1791-1882)
Madonna e Bambino con san Pietro e san Girolamo, Cesare Magni (1511-1534)
Ritratto di Bernardino da Lesmo, Bartolomeo Veneto (1502-1530)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 719 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Gesù Bambino con agnello, Bernardino Luini (1480-1532)
Adorazione con san Rocco, Gian Pietro Rizzoli detto Giampietrino (1508-1549)
Annunciazione, Gerolamo Mazzola Bedoli (1500-1569)
Borsa liturgica, Artista dell’Italia centrale
Fiori e rose, Gaetano Previati (1852-1920)
Ritratto di Pietro Leopoldo d’Asburgo Lorena (poi Leopoldo II), Anton Raphael Mengs (1728-1779)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 860 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Ritratto di dama, Giovanni Ambrogio De Predis (1455-1508)
Ritratto di Napoleone re d’Italia, Andrea Appiani (1754-1817)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 845 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Adorazione dei Magi, Maestro del Santo Sangue (XVI secolo)
Orologio con astrolabio, Sconosciuto
Pietà (copia da Michelangelo), Leone Leoni
Abside di San Satiro e veduta del Duomo, Giovanni Migliara (1785-1837)
Mosè e il serpente di bronzo, Cesare Ligari (1716-1770)
Madonna del padiglione, Sandro Botticelli (Alessandro di Mariano Filipepi detto) (1444 o 1445-1510)
Salita di Cristo al Calvario, Giovanni Busi detto Cariani (1480-1547)
Riposo durante la fuga in Egitto, Jacopo da Ponte detto il Bassano (1510-1592)
Ritratto di Paolo Morigia, Fede Galizia (1578-1630)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 5 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 71 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 1069 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
San Giovanni Battista, Gian Giacomo Caprotti detto Salai (1480-1524)
Cristo risorto, Marco Basaiti (1470-1530)
Caprette e agnelli, Francesco Londonio (1723-1783)
Le notti attiche, Aulo Gellio
Platone, Giovanni Antonio Piatti (1447-1480)
Natura morta con frutti, Isaac Soreau (1604-1638)
Adorazione dei Magi, Tiziano Vecellio (1480-1576)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus) f. 199 verso, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 858 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Transito della Vergine, Anonimo ferrarese (XV secolo)
Giaele e Sisara, Giuseppe Vermiglio (1585-1635)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 812 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Adorazione dei Magi, Andrea Schiavone (1510-1563)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 1006 verso, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 26 verso, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Sacra Conversazione, Ambrogio da Fossano detto il Bergognone (1453-1523)
Diana cacciatrice, Joachim Friess (XVI-XVII secolo)
Le nozze di Peleo e Teti, Ambito di Francesco Albani (1578-1660)
Ritratto di Giovanni Battista Morosini, Francesco Hayez (1791-1882)
Ritratto di Manfredo Settala, Daniele Crespi (1600-1630) attribuito a
Allegoria del fuoco, Jan Brueghel il Vecchio "Dei Velluti" (1568-1625)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 307 verso, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Laocoonte (copia dell’esemplare vaticano), Leone Leoni
Martirio di san Pietro da Verona, Alessandro Bonvicino detto Moretto (1490-1554)
Presentazione di Gesù al Tempio, Pietro Antonio Magatti (1691-1767)
Adorazione, Bartolomeo Suardi detto il Bramantino (1465-1530)
Figura femminile allegorica, Giovanni Serodine (1600-1631)
Deposizione di Cristo nel sepolcro, Tiziano Vecellio (1480-1576)
Cofanetto con storie di Piramo e Tisbe, Bottega degli Embriachi (XIV-XV secolo)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 455 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 1 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 4 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Canestra di frutta, Michelangelo Merisi da Caravaggio (1571-1610)
Cofanetto a figure profane, Scultore lombardo
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 909 verso, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Dannato, Anonimo lombardo (XVII secolo)
Il Virgilio Ambrosiano di Francesco Petrarca, NA
Anima beata, Anonimo lombardo (XVII secolo)
Testa di Cristo Redentore, Gian Giacomo Caprotti detto Salai (1480-1524)
Ultima cena, Andrea Bianchi detto il Vespino (attivo 1612-1640)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 104 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Lavandaie sul canale, Emilio Gola (1851-1923)
La divina proporzione (De divina proportione), Luca Pacioli (1445 circa – 1517)
Coppa con conchiglia di Turbo marmoratus, Christoph Lencker (1556 circa-1613)
Adorazione dei Magi, Pier Francesco Mazzucchelli detto il Morazzone (1571-1626)
Due Pugnali con custodia (Sfondagiachi a orecchie), Armorari milanesi
Martirio di san Sebastiano, Antonio Badile (1518-1560)
Ritratto di Gentiluomo (Michel de l’Hospital), Giovan Battista Moroni (1520-1578)
Naturalis Historia, Plinio il Vecchio (23-79 dC)
La Maddalena e l’angelo, Giulio Cesare Procaccini (1574-1625)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 49 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 29 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Madonna con il Bambino e devoto, Bernardino Betti detto il Pinturicchio (1454-1513)
Presentazione di Gesù al Tempio, Giandomenico Tiepolo (1727-1804)
Ritratto maschile, Hans Muelich (1516-1573)
Adamo ed Eva nel paradiso terrestre, Jan II Brueghel il Giovane (1601-1678)
Natura morta con strumenti musicali, Evaristo Baschenis (1617-1677)
Assunzione della Vergine, Giovanni Agostino da Lodi (1467-1524 circa)
Guanti di Napoleone Bonaparte, NA
Presepe, Federico Barocci o Baroccio detto il Fiori (1535-1612) (replica di)
Chiusi fuori di scuola, Emilio Longoni (1859-1932)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 149 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Vergine delle rocce, Andrea Bianchi detto il Vespino (attivo 1612-1640)
Planetolabio, Sconosciuto
Ritratto di giovane, Giorgione (Giorgio da Castelfranco copia da) (1478 circa-1510)
Sacra Famiglia, Carlo Francesco Nuvolone (1608-1662)
Fiori in un vaso, Jan Brueghel il Vecchio "Dei Velluti" (1568-1625)
Uomo in armatura, Tiziano Vecellio (1480-1576)
Mercurio e Argo, Anonimo genovese (XVII secolo)
Ritratto di pellegrino, Monogrammista HL (XVI secolo)
Libro d’Ore Borromeo, Cristoforo de Predis (1440-1486)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 12 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 33 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Maria Maddalena penitente, Guido Reni (1575-1642)
Sfera armillare, Giannello Torriani
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 663 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Susanna al bagno, Carlo Francesco Nuvolone (1608-1662)
Scuola di Atene, Raffaello Sanzio (1483-1520)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 272 verso, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Paesaggio con san Giovannino, Paul Bril (1554-1626)
Scorcio dell’interno del Duomo, Giovanni Migliara (1785-1837)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 21 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Sacra Famiglia con san Giovanni, Ubertini Francesco detto Bachiacca (1494-1557)
Maternità, Mosè Bianchi (1840-1904)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), foglio 145 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Natura morta con frutti, Isaac Soreau (1604-1638)
Ritratto di Emilia Morosini Zeltner, Francesco Hayez (1791-1882)
llias picta, NA
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 117 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Incoronazione di spine, Bernardino Luini (1480-1532)
Ritratto di giovane, Vittore Ghislandi detto Frà Galgario (1655-1743)
Sella da parata e staffe. Particolare del Cavallo di Troia, Arte armaiola milanese
Ritratto di giovinetta con colomba, Natale Schiavoni (1777-1858)
Rilievi del monumento sepolcrale di Gaston de Foix, Agostino Busti detto il Bambaia (1483-1548)
La Maddalena, Tiziano Vecellio (1480-1576)
Astrolabio latino, Anonimo
Veduta marina, Paul Bril (1554-1626)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 72 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Portico in rovina, Giovanni Migliara (1785-1837)
Allegoria dell’acqua, Jan Brueghel il Vecchio "Dei Velluti" (1568-1625)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 1058 verso, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 3 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Ritratto di Alessandro Negroni Prati Morosini, Francesco Hayez (1791-1882)
Paesaggio invernale con pattinatori, Hendrick Avercamp (1585-1634)
L’Arco della Pace a Milano, Giovanni Migliara (1785-1837)
Vetrata dantesca, Giuseppe Bertini (1825-1898)
Trionfo di Davide, Lucas Hugenszoon detto Luca di Leida (1494-1533)
S. Michele Arcangelo, Giulio Cesare Procaccini (1574-1625)
Ritratto di Giuseppina Negroni Prati Morosini, Francesco Hayez (1791-1882)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 844 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 139 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Anima purgante, Anonimo lombardo (XVII secolo)
Il peccato originale, Jan II Brueghel il Giovane (1601-1678)
Topolino con rose, Jan Brueghel il Vecchio "Dei Velluti" (1568-1625)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus) f. 851 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Ritratto di san Carlo Borromeo, Giovanni Ambrogio Figino (1548-1608)
Conchiglia di Nautilus, Sconosciuto
Codice Atlantico (Codex Atlanticus) f. 710 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Teca con i capelli di Lucrezia Borgia, Alfredo Ravasco
Madonna che allatta il Bambino alla fontana, Bernaert van Orley (1488-1541)
Giuditta e Oloferne, Giuseppe Vermiglio (1585-1635)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 873 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Autoritratto, Bertel Thorvaldsen (1770-1844)
Vaso di fiori con gioiello, monete, conchiglie, Jan Brueghel il Vecchio "Dei Velluti" (1568-1625)
Codice Atlantico (Codex Atlanticus), f. 116 recto, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Ritratto di Musico, Leonardo da Vinci (1452-1519)
Sacra Famiglia con sant’Anna e san Giovanni, Bernardino Luini (1480-1532)
Testa di cavallo (copia dal monumento equestre di Marco Aurelio sul Campidoglio), NA
Autoritratto, Antonio Canova (1757-1822)
Madonna in trono con sant’Ambrogio e san Michele, Bartolomeo Suardi detto il Bramantino (1465-1530)
Santa Famiglia con san Giovanni, Tobia e l’arcangelo Raffaele, Bonifacio Veronese (1487-1553)
Madonna e Bambino con san Giovanni Evangelista e san Giovanni Battista, Marco d'Oggiono (1470-1525)