Ambrosiana

Ritratto di pellegrino
Monogrammista HL (XVI secolo)
1540-1560
olio su tavola
60 × 44 cm
(dettaglio)

Studi sul vicino Oriente

La Classe di Studi sul Vicino Oriente, istituita dal Gran Cancelliere Cardinale Dionigi Tettamanzi nel 2009, comprende quattro Sezioni di Studi Arabi, Armeni, Ebraici e Siriaci. Ciascuna sezione segue un proprio programma e studia ad ampio raggio i problemi linguistici, letterari, storici e culturali del proprio settore, seguendo una lunga tradizione del Collegio dei Dottori.

Gli studi orientalistici, infatti, sono radicati in Ambrosiana fin dalle origini delle collezioni di manoscritti e antiche stampe, raccolte per Federico Borromeo dai suoi delegati tra i quali Michele Maronita e Domenico Gerosolimitano, che acquistarono per lui i libri da Corfù, Creta, Gerusalemme, Baghdad, il Cairo e altri centri del Vicino Oriente e dell’Africa Settentrionale. Il fondatore dell’Ambrosiana coltivava personalmente tali studi, interessandosi di arabo, siriaco ed ebraico, di esegesi rabbinica, filosofia ebraica e qabbalà. Il ricchissimo fondo librario di carattere orientalistico comprende anche codici poliglott, e molti sono quelli riccamente miniati e che trattano di storia, scienze e letteratura.
Perciò i lavori della Classe si ispirano a questo patrimonio di straordinario valore, includendo anche altre culture come l’Iranistica e l’Islamistica, e tra le discipline anche la storia dell’arte e delle scienze, la miniatura e la codicologia.

Accademici

Nella Classis Orientalis collaborano arabisti, armenisti, biblisti, ebraisti e siriacisti, che hanno promosso pubblicazioni, seminari e ricerche secondo i settori di loro competenza specificaAi 15 Accademici Fondatori nel 2009 altri 65 oggi se ne sono aggiunti, da quattordici Paesi.

Attività accademiche

Le attività, per impulso della Direzione accademica, del Consiglio Direttivo, del Comitato Scientifico e del Segretariato accademico, in armonia con l’orientamento generale dato dal Presidente dell’Accademia, hanno riguardato i Dies Academici annuali (2009-2018), le pubblicazioni di volumi miscellanei nella serie “Orientalia Ambrosiana”, iniziative di studio, catalogazione e ricerca. I principali seminari e corsi estivi hanno riguardato la codicologia e paleografica araba ed ebraica, i manoscritti siriaci ambrosiani e la filosofia araba. L’Accademico Renato Traini, benemerito per l’impulso originario che ha dato all’Accademia Ambrosiana, ha legato all’Ambrosiana la sua biblioteca di arabistica. Nella Classe sono attivi partenariati accademici con il Saint Ephrem Ecumenical Research Institute (SEERI) di Kottayam, l’Università Ebraica di Gerusalemme e l’Università di Tel Aviv.

ACCADE IN AMBROSIANA

BOOKCITY MILANO 2019 | Letteratura senza Parola? Echi della Sacra Scrittura in opere e autori

Biblioteca

BOOKCITY MILANO 2019 | Letteratura senza Parola? Echi della Sacra Scrittura in opere e autori

Venerdì 15 novembre, alle ore 17, nell'ambito di Bookcity, presso la Biblioteca Ambrosiana si terrà un dibattito di grande valore culturale, che prende le mosse dalla pubblicazione del Dizionario Biblico della Letteratura italiana, edito da ITL.

15/11/2019-15/11/2019
CONFERENZA
LETTURE DI NUOVI CLASSICI | IL

Biblioteca

LETTURE DI NUOVI CLASSICI | IL "DE CHRISTIANA RELIGIONE" DI MARSILIO FICINO

Gli incontri su “Fede, Logos, Ethos” si tengono regolarmente dal 2012. Ciascun incontro prevede la lettura di un “Classico” – scelto per lo più tra Autori delle Tradizioni ebraica, cristiana, islamica o indiana, dal IX al XVII secolo – e il commento da parte di un esperto.

20/11/2019-20/11/2019
CONFERENZA
GIOVEDI' LETTERARIO | Il particolare superfluo

Biblioteca

GIOVEDI' LETTERARIO | Il particolare superfluo

Dal 2008, i giovedì letterari dell’Ambrosiana, curati da Armando Torno, propongono la presentazione di nuove pubblicazioni di alto profilo scientifico. Alberto Cadioli presenta il volume con l’autore, modera Armando Torno.

14/11/2019-14/11/2019
PRESENTAZIONE
I nodi della memoria. Concezioni e pratiche della memoria nel periodo borromaico

Accademia

I nodi della memoria. Concezioni e pratiche della memoria nel periodo borromaico

I lavori saranno articolati in tre ‘nodi”: “Memoria e cristianesimo, da Agostino all’Età Moderna”; “Memoria nelle pratiche performative e missionarie”;“Pratiche della Memoria e Missione: dall’Europa ai Mondi Oltremare”

27/11/2019-28/11/2019
DIES ACCADEMICI
PER DANTE VERSO IL '21. DANTE E L'EUROPA NELL'OTTOCENTO

Biblioteca

PER DANTE VERSO IL '21. DANTE E L'EUROPA NELL'OTTOCENTO

Il ciclo di incontri Per Dante verso il ’21. Dante e l’Europa nell’Ottocento, intende presentare alcuni aspetti rilevanti della fortuna dell’opera del Poeta presso figure di spicco della cultura europea dell’Ottocento.

28/03/2019-21/11/2019
CONFERENZA