Ambrosiana
22/07/2019

CONCLUSO IL RESTAURO DELLA CHIESA IPOGEA DI SAN SEPOLCRO

Milano recupera un altro importante tassello del suo patrimonio artistico. È stato appena completato, infatti, il restauro della Chiesa ipogea di San Sepolcro.

I lavori, iniziati nel 2018, sono stati condotti dalla Soprintendenza di Milano, grazie al finanziamento di 1 milione di euro del Ministero per i Beni e le Attività culturali, con stazione appaltante il Segretariato regionale della Lombardia, in stretta collaborazione con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano. Ogni fase del restauro è stata seguita dal comitato scientifico diretto da Antonella Ranaldi, soprintendente Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Milano, e composto da mons. Marco Ballarini, prefetto dell’Ambrosiana, mons. Alberto Rocca, direttore della Pinacoteca Ambrosiana, mons. Marco Navoni, vice prefetto dell’Ambrosiana, Carlo Bertelli, Carlo Luigi Schiavi, Università di Pavia, Andrea Spiriti, Università dell’Insubria.

Gli interventi, concentrandosi sulle superfici decorate e sugli intonaci antichi, hanno portato alla scoperta di nuove pitture medioevali. Si è rinnovata l’impiantistica, studiata per assicurare condizioni ambientali stabili all’interno della cripta, mentre la nuova illuminazione ha restituito gli spazi alla spiritualità propria di questo luogo, memoria del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Dopo i preliminari interventi di deumidificazione accompagnati da saggi esplorativi delle superfici, compiuti dalla Veneranda Biblioteca Ambrosiana, dai millenari ambienti riemergono ora, in seguito all’ultimo restauro, mirabili affreschi e decorazioni, come il ciclo ornamentale a stelle ed elementi vegetali sulle volte del presbiterio, databile alla fine del Duecento. Questa estesa superficie costituisce un importante motivo, ricorrente specialmente nelle architetture monastiche del XIII e XIV secolo, qui caratterizzato da una inedita freschezza, varietà e ricchezza di forme. Le stelle fitomorfiche, con palmette e raggi a fiamma di candela, si espandono a occupare lo spazio delle volte, mentre in altre zone si estendono in modo più regolare a tappeto.

Gli studi condotti in occasione del restauro saranno raccolti in un volume, edito prossimamente da Silvana Editoriale.

CONCLUSO IL RESTAURO DELLA CHIESA IPOGEA DI SAN SEPOLCRO

ACCADE IN AMBROSIANA

Agosto 2020: visite guidate al colle di San Carlo

Colosso San Carlo

Agosto 2020: visite guidate al colle di San Carlo

Per tutto agosto, ogni domenica, si potrà visitare la Statua di San Carlo con una guida turistica abilitata.

03/08/2020
NEWS
PINACOTECA: <BR> ORARI DAL 4 AGOSTO

Pinacoteca

PINACOTECA: ORARI DAL 4 AGOSTO

Orari e modalità di accesso a partire dal 4 agosto 2020

28/07/2020
NEWS
SETTEMBRE 2020: <br>ORARI SALA LETTURA

Biblioteca

SETTEMBRE 2020: ORARI SALA LETTURA

Orari e modalità di accesso per il mese di settembre

28/07/2020
NEWS
GLI APERITIVI DELL'AMBROSIANA<BR>APPUNTAMENTO CON LA CRIPTA

Ambrosiana

GLI APERITIVI DELL'AMBROSIANA
APPUNTAMENTO CON LA CRIPTA

Aperitivo nel Cortile degli Spiriti Magni e visita alla Cripta di San Sepolcro

05/08/2020-05/08/2020
APERTURA SPECIALE
MUMU - MUSICA AL MUSEO

Pinacoteca

MUMU - MUSICA AL MUSEO

Visite guidate esclusive ai capolavori dell'Ambrosiana seguite da concerto in Sala Raffaello

23/09/2020-14/10/2020
APERTURA SPECIALE
DONAZIONE COPPOLA: UN DIPINTO DI MASSIMO D’AZEGLIO ARRICCHISCE LE COLLEZIONI DELL’AMBROSIANA

Ambrosiana

DONAZIONE COPPOLA: UN DIPINTO DI MASSIMO D'AZEGLIO ARRICCHISCE LE COLLEZIONI DELL'AMBROSIANA

L'opera, un Paesaggio lacustre di Massimo d'Azeglio, è attualmente esposta in Sala 19.

10/06/2020
NEWS
AUTOGRAFI FEMMINILI DALLE COLLEZIONI DELL'AMBROSIANA

Pinacoteca

AUTOGRAFI FEMMINILI DALLE COLLEZIONI DELL'AMBROSIANA

La mostra propone una serie di documenti autografi di figure femminili di rilievo conservati in Ambrosiana.

30/05/2020-06/09/2020
MOSTRA
L'ANATOMIA DAL MEDIOEVO A LEONARDO DA VINCI

Pinacoteca

L'ANATOMIA DAL MEDIOEVO A LEONARDO DA VINCI

La mostra presenta una selezione di volumi che consente di tracciare la storia degli studi di medicina dall’inizio del millennio all’epoca in cui fu attivo Leonardo da Vinci, unitamente a sette fogli del Codice Atlantico di argomento anatomico.

30/05/2020-06/09/2020
MOSTRA