Ambrosiana

CRISTO LAVA I PIEDI DEGLI APOSTOLI
PITTORE FIAMMINGO

Nel Vangelo di Giovanni la narrazione dell’Ultima Cena inizia con la scena di Gesù che lava i piedi ai suoi discepoli. È un gesto di umiltà che il Maestro compie perché sia imitato, ma è anche un’azione che anticipa la salvezza portata da Gesù nell’umiliazione della morte di croce.
Questa lavanda dei piedi di autore fiammingo è abbastanza curiosa, soprattutto per la sua contestualizzazione e per il grande dinamismo conferito dalle posture dei personaggi: non si manchi di notare, a sinistra, la figura dell’apostolo che si taglia le unghie dei piedi. La sala nella quale Cristo lava i piedi ai suoi discepoli e fa preparare il banchetto pasquale appare classicheggiante, con statue e bassorilievi.
La prima statua a destra raffigura Giuditta che mostra il capo di Oloferne e reca i suoi piedi la scritta “veritas”. Probabilmente le altre due statue rappresentano altrettante virtù. I bassorilievi sovrastanti raffigurano scene bibliche di non chiarissima identificazione: probabilmente il Sacrificio di Isacco, Mosè che riceve la legge e l’ostensione delle tavole della legge, mentre in alto a destra una scritta in caratteri ebraici, della quale si riesce a leggere solamente “Signore degli eserciti”, serve a collocare la scena in ambito ebraico.

ACCADE IN AMBROSIANA

SALA LETTURA<br> APERTA DAL 13 APRILE

Biblioteca

SALA LETTURA APERTA DAL 13 APRILE

Orari e modalità di accesso

10/04/2021
NEWS
RESTAURI:INCONTRI IN DIGITALE

Casa Museo Pogliaghi

RESTAURI:INCONTRI IN DIGITALE

Tre appuntamenti in digitale per conoscere dai protagonisti i segreti del restauro di alcune opere della collezione Pogliaghi

15/04/2021-29/04/2021
WEBINAR
PINACOTECA CHIUSA AL PUBBLICO

Pinacoteca

PINACOTECA CHIUSA AL PUBBLICO

Fino a nuove indicazioni

27/02/2021
NEWS